Buoni propositi di lettura per il 2018

I primi giorni del nuovo anno sono l’occasione giusta per tirare le somme sull’anno appena passato e per capire bene quali siano le nostre intenzioni per il futuro. Intenzioni che puntano di sicuro a migliorare qualitativamente la nostra vita: sono questi i cosiddetti buoni propositi che anche io, come tutti, cercherò di rispettare nei prossimi dodici…

I dieci migliori libri letti nel 2017

Come di consueto, ogni anno negli ultimi giorni di dicembre, decido di selezionare tra i libri che ho letto nel corso dell’anno i dieci che mi hanno colpito di più. In questo 2017 la scelta è stata ardua e restringere il numero ha comportato il sacrificio di altri titoli che ho comunque apprezzato molto. La…

Da ascoltare all’imbrunire: “The Fall” di Norah Jones

Un tè o una cioccolata calda, delle coperte morbide, un fuocherello poco più in là e, fuori, i fiocchi di neve che cadono: l’ambientazione perfetta per accompagnare l’ascolto del quarto album in studio di Norah Jones, The Fall. In realtà anche i primissimi album della cantante statunitense sono adatti a tale scopo, ma questo lavoro…

#Behemothconsiglia di novembre: Bennett, Dürrenmatt, Jarry

Quanti di voi talvolta sentono l’esigenza di concedersi una pausa serale all’insegna di letture incisive e frizzanti, che possano strappare un sorriso? Avendo io stesso questa “urgenza” ho voluto mettere insieme in questa edizione novembrina di #Behemothconsiglia tre titoli accomunati dall’essere facilmente leggibili, di breve durata e tali da poter suscitare un sano sorriso quel…

Björk, “Utopia”

Ogni volta che Björk torna nelle classifiche musicali con un nuovo album il suo lavoro non termina lì, con un semplice disco. Ogni suo progetto prevede esperienze multimediali che sconfinano dall’ambito musicale per dare un coinvolgimento emozionale maggiore ai suoi seguaci. Negli ultimi anni questa sua caratteristica è stata incrementata, in forza dei progressi tecnologici…

Zigmunds Skujiņš, “Come tessere di un domino”

Succede proprio come quando i bambini fanno domande sui rapporti fra uomini e donne; non è la mancanza di una risposta a creare difficoltà, ma il non saper scegliere le parole per esprimersi. Il mondo degli adulti, come quello dei bambini, da tempo si pone domande a prima vista scontate  ma che in realtà pretendono…

#Behemothconsiglia di ottobre: Dentello, Márai, Paasilinna

L’autunno ci porta ad abbandonare la leggerezza e la spensieratezza della tarda estate e fa sopraggiungere nuovi pensieri e nuove riflessioni che promuovono un maggiore raccoglimento in noi stessi. Ovviamente anche le nostre letture ne risentono e siamo quindi meglio predisposti a scegliere romanzi che scavino nell’intimo dell’animo umano. In quest’ottica propongo tre libri che…

Patty Pravo, “La cambio io la vita che…”

Ora, dire che già da piccola sapessi cosa mi aspettava sarebbe una bugia. Fino ai quindici anni ero convinta che sarei diventata direttrice d’orchestra, al limite una pianista. Però la musica c’era già. Quella c’è sempre stata. Quando una delle donne più carismatiche e magnetiche della musica italiana decide di pubblicare la sua autobiografia è…

Montanari / Trione, “Contro le mostre”

Einaudi editore propone a fine ottobre, quasi come un fulmine a ciel sereno, il nuovo saggio scritto a quattro mani da Tomaso Montanari e Vincenzo Trione, entrambi storici e critici d’arte: Contro le mostre, quasi un pamphlet, un J’accuse contro la svendita della nostra arte e della nostra cultura, e di conseguenza la nostra stessa…

John Mayer, “The Search for Everything”

Dopo cinque anni stracolmi di date del suo – perdonatemi – interminabile tour mondiale rilanciato più e più volte, John Mayer torna nei negozi di dischi – o in qualsiasi posto reale e virtuale dove si vendano – con The Search for Everything, anticipato dai due EP omonimi, suddivisi in Wave One e Wave Two….

Elizabeth Strout, “Tutto è possibile”

“Erano cresciuti nutrendosi di vergogna; la vergogna era stato il concime del loro terreno. Eppure, stranamente, quello che capiva meglio era suo padre. E per un istante Annie rifletté su questo: che suo fratello e sua sorella, brave persone, serie, perbene, equilibrate, non avevano mai conosciuto la passione che porta un uomo a rischiare tutto…